domenica 26 marzo 2017

SUL BLOG NOTIZIE DEL BLOG. Marzo 2017

Alle cinque... di mattina 918 visualizzazione del blog Archivio e Pensamenti, soprattutto dagli Stati Uniti, ma non solo. Verso i 4 milioni le visualizzazioni totali. Grazie!





IL CIRCOLO UNIONE NON DISUNISCA. (Post di riferimento: "Cosa mi sfugge? Ma chi gioca con il nome del Circolo Unione di Racalmuto?")

archivio e pensamenti: COSA MI SFUGGE? Ma chi gioca con il nome del Circolo Unione di Racalmuto?

Il Circolo Unione di Racalmuto annuncia l'attivazione di un sito (nel nome di Sciascia naturalmente visto che è stato il "suo" Circolo e il socio Sciascia ne ha scritto ampiamente): speriamo che ne facciano buon uso e non se ne serva qualcuno maldestramente come in passato ha fatto col profilo facebook dalla cui gestione, me vittima, lo stesso Presidente ha preso le distanze. Invece di scusarsi, chi gestiva il profilo mi ha tolto l'amicizia! Che unione è?

(Quante castronerie - parole e fatti - si sono consumante e si consumano nel nome di Sciascia!
Sia detto senza offesa, sciasciani in corso in corsa dimissionari cosiglieri-fondazionisti-sempre-assenti boys ex boys accademici e non accademici congiunti discongiunti convegnisti ex convegniti addetti stampa per un giorno o tali di professione gazzettieri alla bisogna presentatori improvvisati amministratori-coi-paraocchi etc. etc etc. permettendo).

Home page del sito


P. S.
Se può servire in futuro per evitare certi comportamenti reiterati del passato, riporto quanto in precedenza, era il 14 dicembre di qualche anno fa, annotai rispondendo su fb ad un socio del Circolo Unione, a commento del post sopra linkato.

...su fb mi scrivi e su fb ti rispondo.
Pensavo dalle mie argomentazioni si deducesse altro e di segno opposto attinente la semplice e normale comunicazione anche fra non soci; lo so che il Presidente non c'entra, come lui stesso mi ha assicurato in un precedente caso analogo da cui ha preso le distanze, anzi, quella volta addirittura ipotizzò di non delegare più nessuno a gestire il profilo fb e di chiuderlo addirittura; nonostante questo precedente ho visto che si è ripetuto qualcosa di analogo al precedente, e allora che fare?

Preciso. Del Circolo, invitatissimo dal Presidente ne ho fatto parte,  dopodiché ho ritenuto dimettermi e non ho fatto alcuna richiesta di nuova iscrizione. 
Visto il risvolto non solo privato della faccenda,  trasporto questi chiarimenti sul mio blog dove a suo tempo ebbi ad esprimere il mio rammarico e la mia meraviglia. 
Proprio ieri sera infatti se ne parlava di questa faccenda con un membro del direttivo del Circolo: niente ne sapeva, con suo grande disappunto dell'accaduto, avrebbe voluto anzi saperne di più, in quanto indirettamente benché inconsapevolmente coinvolto. Le tue osservazioni e le mie cadono a fagiuolo.







venerdì 24 marzo 2017

L'INCHIOSTRO DI PIRRERA. Primaverile pensiero

Ricordo Carmelo, tenero e polemicissimo



Butterfly, papillon, mariposa...
I nomi sono alito leggero
ma anche l'aria ha gorghi
come il mare,
come il pensiero.
E c'è chi annega
dentro un calamaio.

Carmelo Pirrera







giovedì 23 marzo 2017

ANCHE CON I VERSI DI BÉCQUER E CATULLO A BRANCACCIO. "Giornata mondiale della poesia" 2017 - Video


Link per vedere il video della manifestazione:


schermata you tube



Evento organizzato dall'Associazione Culturale "Maredolce" (Presidente Domenico Ortolano), e dalla Biblioteca Comunale Decentrata "Brancaccio" (Direttrice Teresa Milia).
In collaborazione con l'Istituto Comprensivo "Maredolce" (Dirigente Vito Pecoraro).
*
Conferenza di Salvatore Pedone.
La  produzione poetica in Sicilia nei secoli sulla scorta delle pubblicazioni e dei manoscritti conservati nella Biblioteca comunale di Palermo: documentazione e regesto.

Video
Testi, traduzioni, letture, canti.
Piero Carbone
Valeria Damiano
Nancy Luppina
Franco Luppina
Giulia Petrucci
Agata Spinnato

Inoltre, poesie di:
Gustavo Adolfo Bécquer
Gaio Valerio Catullo

Altre traduzioni di:
Juan Diego Catalano
Domenico (Michetto) Romano

Foto e video:
Antonio Contorno
Carmelo Sabella

*
Video amatoriale















mercoledì 22 marzo 2017

martedì 21 marzo 2017

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA ANCHE ALLA BIBLIOTECA DECENTRATA BRANCACCIO DI PALERMO

Dopo la sapidissima ricognizione storica di Salvatore Pedone sulla produzione poetica in Sicilia, succedutasi nei vari secoli con diversità di intenti e forme, sulla scorta di pubblicazioni e manoscritti conservati nella Biblioteca comunale di Palermo,  recitazione di poesie in italiano, latino, spagnolo, dialetto siciliano... e canti.







 






















Grazie ad Antonio Contorno, 
che non è stato anche lui alla chitarra per contrattempi vari, 
per l'affettuosa documentazione fotografica.




lunedì 20 marzo 2017

UN CAVALIERE A BRANCACCIO RESTAURA ORDINE E BELLEZZA! E POESIA? Domani in Biblioteca per la Giornata Mondiale della Poesia


CONTRIBUTI

PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA


La Biblioteca Decentrata di Brancaccio e l'Associazione "Castello Maredolce" 

invitano

 all'evento "Guardando il Mediterraneo"

21 Marzo 2017 - ore 16,00.

Sala di lettura Biblioteca Brancaccio



Con la partecipazione di una delegazione poetico-artistica
dell'Istituto Comprensivo Statale "Maredolce" di Palermo




La vuci di un omu sulu nsangulià lu vientu.

In The Poet Sings For  All / Lu pueta canta pi tutti
Legas, Mineola (New York) 2014
Introduzione e traduzione in inglese di Gaetano Cipolla 


Ammazza. O è ammazzatu

“La última voz de un hombre ensangrentó el viento”.
 Rafael Alberti, El muro.
“La solitaria voce di un uomo insanguinò il vento”.



Pueta,
terri terri,
sbinnuliasti
banneri di palori
p’addrizzari
lu munnu avariatu.
Palori...
Un poeta chi pò fari?

“Tutti li petri di lu ma paisi
li puortu mpiccicati nni li piedi.”
Canzuni ti mintisti a vannïari.

Fusti a Valencia, America Latina,
Cuba, New York, ancora cchjù luntanu.

“Vientu, essiri nievula, Signuri,
sunnambulu. Trasivu ntre un jardinu
di notti a l’ammucciuni e nuddru c’era.”

Tiatru, conferenzi, ricitari.
Supirchiarii? No. Dimocrazia.

Cu pueta nun è ed è surdatu
cancia lu munnu. Ammazza.

O è ammazzatu.



Mata o va a ser matado 
  
Poeta
 De tierra en tierra
Flameaste
pendones de palabras
Para arreglar
El mundo estropeado.
Palabras...
Un poeta qué puede hacer?

Todas las piedras del pueblo
Las traigo en los pies clavadas . *
Canción te pusiste a chillar.

Te fuiste a Valencia,a América latina,
Cuba, A Nueva York,y otra vez más lejos.

Viento… ser nube, Señor **
Sonámbulo  entré yo anoche
 en tu jardín. Nadie había ***

Teatro, conferencias, funciones.
Desprecios? No, democracia.

Quien no es poeta y es soldado
Convierte el mundo. Mata
 o va a ser matado.

Traduzione in spagnolo: Valeria Damiano

    

      Riferimenti alle poesie di Rafael Alberti:
      *“La Encerrada” n. 6
** “Balada de la sinceridad al toque de las ánimas”
*** “La Encerrada” n. 9
      





Gustavo Adolfo Bécquer
 
RIMA XXXVIII

Los suspiros son aire y 
van al aire. Las lágrimas son agua y van al mar. 
Dime, mujer, cuando el amor se olvida, 
¿sabes tú adónde va?


Libera traduzione 

Li suspira su neglia e vannu all'ariu.
Li lacrimi su acqua e vannu a mari? 
Quannu l'amuri mori, dimmi,
dimmi, unn’è ca si nni va?


Traduzione  in siciliano: P. C.



Associazione Culturale  "Castello di Maredolce"



Messaggio del murales:

RITORNA A BRANCACCIO UN CAVALIERE ANTICO
E RESTAURA ORDINE E BELLEZZA.
(NON LASCIAMOLO SOLO...)