lunedì 26 giugno 2017

LUCRARE SULL'ARGOMENTO MAFIA? SE FUNZIONA L'INGRANAGGIO! Smaragdos e smaragdoserie



Lucrare giornalisticamente e/o editorialmente sull'argomento mafia, direttamente o indirettamente enfatizzato per l'utile ricaduta, e contemporaneamente gestire festosamente eventi contro le mafie, con simposi di virtuose testimonianze e adunata di testimoni che la combattono in prima linea, mi pare un controsenso, come se uno combattesse contro se stesso.

Contemporaneamente piromani con la destra e pompieri con la sinistra?!
Non penso sia questo il senso della raccomandazione evangelica e cioè che una mano non sappia quello che fa l'altra.

Tuttavia, contro ogni straccio di coerenza e in favore della convenienza, la conclusione, pratica più che logica, sembra essere la seguente: importante è che l'ingranaggio funzioni, alla fine quel che conta è la farina racimolata, non la varietà del frumento macinato.

P.S. Mulini moderni! W i mulini di una volta.


SMARAGDOS, Lo scornabecco non è un animale. Parainedito.



ph ©pierocarbone giugno 2015
Ruota orizzontale in ferro mossa dall'acqua, con un ingranaggio fa girare la macina del mulino.

domenica 25 giugno 2017

SPECULARI E ASIMMETRICI, ESPLODENTI DI FORME E COLORI, I COLLAGES DI FILIPPO GRILLO.

Andatelo a trovare, a Partinico, nel suo caleidoscopico, assortito,  composito studio 
nonché casa museo o raccolta etnografica; 
fatelo parlare, cantare, recitare, raccontare, suonare, disegnare, scolpire, assemblare, dipingere...
Ferro, pietra, legno,  marmo, inchiostro, acrilici, manifesti, giornali, ceramica, zucche essiccate, sponde di carretto, entrano nella sua casa e subiscono impensabili metamorfosi generate da un onnivoro creativo che come un prestidigitatore, o meglio un mago, conficca oggetti dalla materia più varia e improbabile in un cilindro senza fondo,  poi li estrae, li lancia in aria  e lascia fioccare con leggerezza ovunque, modellati, trasformati, resi idea, intuizione materializzata, 
secondo un processo di artista. 
E così l'onnivoro creativo si circonda delle proiezioni di sé che popolano festosi ogni angolo.
Lui è la sua casa, il suo studio, le sue collezioni: 
trincea e muraglia che custodiscono un mondo. 
Trincea e muraglia che nell'attesa di essere varcate forse fanno scontare sibilanti stagioni di solitudini. Difficile racchiudere nel giro sintattico di alcune frasi il senso di tanto operare.
Un personaggio! 
Intanto i quadri, alcuni quadri, scheggia di una galassia viva che promette mondi e cerca abitatori.
                                              Piero Carbone













ph ©Filippo Grillo